Sicurezza

Si sconsiglia la visita di zone classificate a rischio come le aree a ridosso delle frontiere con l’Iraq, con l’Afghanistan e con il Pakistan e le zone ad est della città di Kerman; inoltre, è preferibile evitare di recarsi via terra a Bam. Negli ultimi anni si sono verificate manifestazioni di protesta anti-governative, si raccomanda, dunque, un elevato livello di attenzione. Nelle principali città, inclusa la capitale, si registra, un aumento della criminalità comune, per cui si raccomanda di adottare cautela nelle ore notturne ed in zone poco frequentate. In particolare, a Teheran si sono verificati casi di stranieri fermati e derubati da persone in abiti civili che si qualificavano come agenti di Polizia. Consigliamo, inoltre, di evitare la guida notturna. L’Iran si trova in una zona di intensa attività sismica. È importante che il turista si adegui alle norme di comportamento e di abbigliamento islamiche. Si sottolinea che è proibito fotografare le zone di confine e in prossimità di installazioni governative civili e militari. È consigliato il massimo rispetto degli usi e costumi locali, in particolar modo nelle conservatrici zone periferiche.
Non uscire, durante il soggiorno, con passaporto, carta di credito e biglietti aerei, ma portare con sé una fotocopia del passaporto.